Aprile 24, 2024

De Luca alza la voce: faremo le barricate contro il regionalismo differenziato

0
Condividi l'articolo

di Antonio Bianco

“Faremo le barricate, non ci faremo prendere in giro da questi squinternati” (fanpage.it, di Giuseppe Cozzolino). Con queste parole pronunciate da De Luca durante la tre giorni del BIT di Milano, evento di riferimento del settore turistico, lancia il guanto di sfida ed annuncia la manifestazione del 17 febbraio a Napoli e quella del 16 febbraio degli amministratori davanti al Ministero della Coesione.

 Il Fondo di Coesione e Sviluppo (FSC) è bloccato, De Luca prosegue: “le motivazioni che stanno dando sono stupidaggini, la verità è che stanno cercando di ricattare il Sud e noi non ci faremo ricattare”. Il FSC non viene erogato da almeno 1 anno e mezzo, sono soldi indispensabili per la sopravvivenza dei servizi pubblici regionali e comunali del Sud, inclusa la Campania, tenuto conto che l’80% del FSC è destinato al Meridione, l’area più povera e sottosviluppata dell’UE.

Il governo operando in tal modo non solo affossa il Sud ma rischia di perdere i fondi che, se non spesi, potrebbero essere riaggregati al bilancio dell’UE o dirottati su altre regioni ritenute in grado di mettere a profitto questi denari. De Luca ribadisce che il FSC non è di proprietà di qualche ministro o del governo ma spetta ai meridionali privi di servizi efficienti e moderni. Se la situazione non si sboccasse, continua De Luca: “faremo di tutto, dal ricorso alla Consulta al referendum, fino a scendere in piazza”. Contro questa vessazione occorre la mobilitazione per far conoscere a tutti che il Sud è stato affossato dall’onnivoro Nord.

fonte immagine: ilroma.net


Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *