STORIERIA: scriviamo le tue storie

Condividi l'articolo

a cura di Maria Lista

Quando hai tutto, informazioni, ricordi, immagini, aneddoti e hai intenzione di dare voce a tutto ciò, Storieria è un’opportunità da cogliere.

Consente di far diventare patrimonio la memoria orale di cui pochi si occupano quando si parla di un’esistenza, a differenza dei testamenti.

Tutti possono commissionare la scrittura di storie, sia privati che aziende, dando così vita ad un vero e proprio libro che permette ad ogni lettore di calarsi nelle pagine e dare spazio al processo immaginifico.

I ricordi così non rimangono solo dentro sé stessi, ma prendono corpo attraverso la penna esperta di chi, per mestiere, sa tramutarli in libri.

La scelta di affidare ad altri la trascrizione di emozioni e ricordi permette di avere un occhio esterno che, con chiarezza di comunicazione, mette assieme i pezzi del puzzle così da renderli leggibili e comprensibili a tutti.

Storieria nasce nel 2013 ad opera di Claudia Carrescia e Giovanni Brunelli che attraverso la loro penna, e quella di altri, tramutano la tua storia in carta scritta. Il tuo libro diventa così l’oggetto commemorativo di un evento che, attraverso il passato,  fa vivere e rivivere nel presente la gioia di tempi trascorsi.

Il lavoro è intimo perché riguarda la sfera personale, talvolta chi racconta contestualmente elabora l’oggetto del raccontare e, a volte, è necessario arginare chi ha un fare prolisso.

La cura è il leitmotiv di tutta l’operazione, dall’ascolto della narrazione sino alla stampa del libro. La cura parte già da chi contatta Storieria, poiché vuole fissare i ricordi e non lasciarli unicamente alla memoria personale e verbale.

L’azione del raccontare e il risultato confezionato sono qualcosa di memorabile poiché investe il far memoria, e il dar vita ad un prodotto fuori dal consueto.

Per far sì che il prodotto sia curato dalla A alla Z bisogna innanzitutto calarsi nel personaggio, entrare nei panni, bisogna diventare colui/e che è il protagonista del libro. Questo porta a far sì che ogni commissione sia unica in quanto le persone sono diverse e per ognuna di esse si realizza un’architettura a misura, con il proprio linguaggio e il proprio punto di vista.

L’atto stesso della narrazione orale, che diventa carta scritta, svela al narrante, parti di sé così come accade al protagonista del libro.

La carta stampata con rilegature e formati ad hoc è riciclata, sbiancata senza cloro e certificata FSC.

Oltre ai privati,  ci sono numerose aziende che apprezzano questo strumento creativo ed innovativo, utile anche come veicolo di marketing, che utilizza un linguaggio narrativo che permette  di celebrare una ricorrenza  spesso  attraverso le voci di chi lavora in azienda, di chi ne è quindi la memoria storica.

È intrigante quindi l’idea che per ognuno di noi si possa lasciare traccia scritta di sé.

Per approfondimenti:
https://www.storieria.com/


Condividi l'articolo

1 Comments

  • Giovanni Auletta Rispondi

    Aprile 16, 2021 at 6:31 pm

    Complimenti!
    Scrivere le Storie è una meravigliosa strada verso la salvezza.
    Preservare la memoria è un ponte verso il futuro.
    Che Storieria accompagni con la sua scrittura potente e coinvolgente le menti e i cuori di chi vorrà affidarle i propri ricordi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *