• September 18, 2019

Napoli sotto e sopra

Scava nella storia della città: ti guadagnerai una meraviglia sempre meravigliosa, una cultura sempre inaspettata, troverai una nobiltà anche nei luoghi più modesti, una emozione sempre folgorante, e ti crescerà una curiosità sempre più inappagabile.
Se vai girando per le sue strade, ti imbatterai in cose incredibili, in bellezze insospettate, in cose fantastiche, fuori di ogni immaginazione, in panorami che ti sembreranno sempre nuovi, noterai una umanità comunicativa e coinvolgente.
E i monumenti?
Quelli sono veri e propri musei che non possono stare nei musei: dipende, però, da te vederli veramente perché molti sono quelli che guardano ma non vedono.
Sotto i tuoi piedi, poi ci sono altre cose che ti creeranno meraviglia. Non puoi vederle perché c’è una vera e propria città scavata nel tufo, con strade, piazze, collegamenti, e spazi che gli abitatori antichi hanno creato per ricavare materiale per costruire, dal tempo degli antichissimi Greci, ai Romani, ai Bizantini, ai Napoletani sotto gli Angioini, dai Napoletani sotto gli Spagnoli, dai Napoletani sotto Lauro: una città sotto la città.
Per questo e per altro, è bene far riferimento e ringraziare ELEONORA PUNTILLO la giornalista che sa tutto del sottosuolo di Napoli e lo ha trascritto in un libricino del 1994 per far da guida non tanto ai turisti, ma agli stessi Napoletani.
Occorre farle un APPLAUSO, come è nella tradizione della nostra testata “il Confronto”, ed estenderlo alla casa editrice NEWTON COMPTON che ha sempre ospitato scrittori e interessanti notizie della nostra città

0 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *