Positività del covid: web una nuova forma di cultura

Condividi l'articolo

a cura di Margherita Ca

  Il confinamento obbligatorio dovuto alla pandemia da Covid 19, ci ha fatto riflettere sulla potenza del web. 

  Durante lo scorso anno la nostra sana abitudine di riunirci per frequentare luoghi designati alla cultura, è stata stravolta anche dalla paura di incontrare fisicamente gli altri, per cui si è consolidata una forma di comunicazione virtuale su web e social. In questi ultimi anni si sono affermati troppi siti fasulli di incontri, di fake news, di truffe, di porno e pedofilia, ai quali sono stati contrapposti università telematiche, lezioni on line, seri progetti scolastici e universitari in piattaforma. In questa babele di oceaniche informazioni si è consolidata negli anni una forma dilagante di confusione già collaudata e fino ad ora sottovalutata perché intrisa di troppi elementi deculturalizzanti.

  E’ stato il lockdown a trasformare le nostre abitazioni in aule scolastiche ed universitarie, in palestre, balere, sartorie, laboratori artistici, sale d’incisione ma i dominatori delle nostre giornate sono stati il pc e lo smatphone, che ci hanno permesso di unirci virtualmente. I social hanno avuto un incremento incredibile e molto spesso la linea non ha retto.

   Accanto alle solite banalità che da più parti ci vengono, in quest’ultimo anno si sono confermati ed affermati molti giovani che producono Web Format con i quali divulgano e sostengono la vera cultura, grazie anche al coinvolgimento di seri professionisti, docenti ed esperti in vari ambiti dello scibile, dell’Arte e delle Scienza.  

 Un esempio possono essere le rubriche “Parliamone” e “Mezz’ora con lo scrittore”, due format sul web nati dalle esperienze professionali di Gianluca Masone, giovane regista, attore e docente formatore in corsi scolastici e accademici di recitazione e teatro di parola.

  Alla domanda: – Come sono nati i suoi format sul web? –

 Masone risponde: – Entrambi i format “Parliamone” e “Mezz’ora con lo scrittore” hanno origine a seguito di alcune mie esperienze professionali e, oserei dire, di vita. ‘Parliamone’ è nato un po’ di anni fa durante un progetto che metteva a confronto genitori e figli. Durante la pandemia, grazie al supporto di professionisti e artisti, il format si è molto ampliato ed evoluto, diventando un vero e proprio talk per il web, affrontando argomenti di attualità, confronto, approfondimento, arte e cultura visibile su Facebook, YouTube, LinkedIn, Twitter, Instagram, “Mezz’ora con lo scrittore” invece, è il frutto di tutte le mie esperienze vissute nell’ambito delle presentazioni dei libri in qualità di attore-lettore. ‘Mezz’ora con lo scrittore’ è, dunque, il web format che permette agli scrittori di portare nelle case dei lettori i propri libri in maniera immediata e veloce e può essere seguito  su facebook e su Instagram.-

  Diversamente dalla tv spazzatura, urlata e priva di contenuti, alla miriade di format scioccanti, che in questi giorni hanno sconvolto l’opinione pubblica, fortunatamente in molti seguono format “formativi”, come quelli di Masone, che dagli stessi giovani sono rivolti ai giovani ma che coinvolgono l’interesse di molti diversamente giovani, colti e anche saggi, aggettivo che nella nostra società é scomparso dal vocabolario.


Condividi l'articolo