• November 21, 2019

Perle d’Abruzzo: una città d’arte e di maioliche per persone non banali

Il 15 agosto si avvicina e tanti piccoli centri ricordano a tutti le loro peculiari iniziative di circostanza.
La città di Campagna, in Campania, devia il corso del fiume e lo porta a lavare le strade cittadine: gavettoni a non finire per chi si va a godere quella frescura.
A Castelli piccolo paese in provincia di Teramo, fanno qualcosa di meno eclatante, ma sicuramente simpatico e omogenea alla vocazione e alla tradizione del piccolo centro: un luogo ricco di meraviglie urbane, ambientali e paesaggistiche, da tempo dedicato alla maiolica e alla ceramica: adattissimo alla gara del “lancio del piatto”.
Dal belvedere della cittadina tutti possono cimentarsi a lanciare, quanto più lontano possibile, un piatto di ceramica.
La gara ha le sue regole, è aperta a tutti ed è molto stimolante.
E’ una vera e propria ipnosi quella che si vive osservando il volo del piatto sopra la testa degli alberi sottostanti il belvedere: altrettanto, e di più che seguire i salti delle pietre lanciate sulle distese di acqua. Lì conti quanti salti fa la pietra; qui, il piatto condurrà il tuo sguardo verso l’orizzonte, il più lontano possibile.
Mi raccomando: andateci con persone non banali perchè il luogo non è banale.
Anche la cucina non è banale, con le sue pappardelle al sugo di papera muta, per esempio.
Il vino d’Abruzzo è buono e ce n’è per tutti i gusti.
Vedrete: tutti si porteranno indietro un ricordino di arte locale in memoria di questo luogo, delle tante cose nuove incontrate, della giornata , e della compagnia.
Accertatevi, però, che il Museo della Ceramica non sia chiuso quando deciderete di andarci.

0 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *