IL SUCCESSO? VIENE PROPRIO DA CIO` IN CUI SEI DISPOSTO A FALLIRE

sucesso coraggio
Condividi l'articolo

Mettersi in gioco è tutto. Ci mantiene vivi, ci fa conoscere noi stessi, ci fa conoscere ciò in cui vogliamo eccellere. Ci rende vincenti.

Il poeta latino Orazio nelle sue Epistole si rivolgeva all’amico Massimo Lollio con la famosa esortazione “Sapere aude!” che significa  “abbi il coraggio di conoscere!” Questa espressione è stata poi ripresa dal filosofo tedesco Immanuel Kant che la rese motto del movimento settecentesco Illuminista:  “Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza

Avere il coraggio, osare innanzitutto, sono questi gli strumenti della conoscenza che ci consentono di esplorare la nostra vita e noi stessi. Quante volte per puro timore di fallire in qualcosa, decidiamo di non provarci nemmeno, o di rimandare continuamente? Se fallissimo sapremmo che non siamo bravi in quella determinata cosa e allora evitiamo perché la nostra autostima potrebbe soffrirne. Vogliamo sentirci sempre a nostro agio e al sicuro. Ma è sbagliato. Fin da piccoli, dall’ inizio della nostra esistenza, abbiamo appreso le cose più importanti e quelle fondamentali proprio grazie ai nostri errori (come non mettere le dita nella porta, ad esempio). E allora niente di più semplice: fai di più, prova, commetti errori e impara.  

Uno dei più noti businessman di successo, Thomas J. Watson, dirigente americano della IBM, vedeva proprio in questo il segreto del successo. “Raddoppia il tuo tasso di fallimento.  – diceva, – Pensi al fallimento come al nemico del successo,  ma non lo è affatto. Può scoraggiarti o puoi imparare da esso, quindi vai avanti e commetti errori. Fai tutto quello che puoi. Perché ricorda che è lì che troverai il successo. ” E allora, proprio come da piccoli continuiamo a crescere e a svilupparci nella migliore versione possibile di noi stessi. Sii disposto a fallire e – sempre come facevamo tutti da piccoli – a non prenderla troppo sul serio quando accade, a ridere dei tuoi errori e a sviluppare il tuo carattere.

successo

Le critiche? Fanno un gran bene se prese con saggia gratitudine. Son certa che ciascuno di voi sarà stato in almeno una o più occasioni oggetto di critiche (se non `e cosi`, non siete circondati da persone molto sincere). Come avete reagito?

Ricordo che durante il primo anno di università, a Cambridge, ciascuno di noi, con i miei colleghi di corso, presentò al gruppo idee e bozze dei documentari su cui stavamo lavorando. All’inizio di tutta quella esperienza, quando mi arrivarono le prime critiche,  non riuscii ad accettarle. Ne rimanevo addirittura offesa, e chiudevo il mio pensiero senza vederne alcun beneficio. Non me ne raccapezzavo.

Poco dopo, per fortuna, imparai piuttosto a  trarne vantaggio, a capire il punto di vista altrui, e i limiti rischiosi di guardare solo al mio punto di vista. Così approfondii, sperimentai. Quei commenti costruttivi si rivelarono una grande spinta e spunto a migliorare e crescere rapidamente. Da allora mi hanno aiutato a perfezionare sia il mio lavoro che il mio modo di lavorare (mai completare un progetto senza aver avuto il parere e commento da occhi altrui e persone diverse da se stessi).  Da quel progetto in poi realizzai lavori che non avevo mai creato prima.

Ricorda, non si tratta mai di errori veri e propri, bensì di opportunità.

Il famoso fumettista americano, Scott Adams, nel suo libro “How to fail at almost everything and still win big” (Come fallire in quasi tutto e vincere comunque),  ricorda che “Ogni abilità che acquisisci raddoppia le tue probabilità di successo”. Vero.  Se vuoi raggiungere il successo, lavoraci e scegli l’apprendimento, impara nuove cose. Il tempo libero, sfruttalo, e scegli di imparare anziché optare per intrattenimento e distrazione. Ricorda che tu hai la totale responsabilità per ogni cosa nella tua vita così come il potere di cambiare quello che vuoi. Resta concentrato su di te, non guardare agli altri, non ha senso, goditi la tua strada con il paesaggio che devi attraversare e sii sicuro di poter fare ciò che desideri raggiungere. Lì cambia tutto.

Sai che i vincitori si comportano come vincitori prima di diventarlo? Pensa alla cosiddetta “Profezia che si auto-adempie”, una previsione che si realizza per il solo fatto di essere stata espressa. “Se gli uomini definiscono certe situazioni come reali, esse sono reali nelle loro conseguenze” ( William Thomas). Sii sicuro del tuo successo straordinario, sii certo  che acquisirai ciò che vuoi raggiungere, sentiti già pronto e comportati di conseguenza.  Sii coerente con i tuoi valori e ciò che vuoi raggiungere senza badare alle azioni degli altri o a cosa vogliono gli altri. Una delle cose che crea tanto dolore nella vita` è proprio l’ incongruenza personale. Non sottovalutarla, sii te stesso, non esserlo ti distruggerebbe.

La strada che conduce a una vita più appagante esiste. Sta a te decidere. E il percorso ti farà sentire più vivo che mai. Il mio incoraggiamento quindi è quello di scegliere il successo, di imparare dai tuoi errori, di apprendere e nutrire la tua crescita personale con ciò che vuoi sinceramente senza farti influenzare da quello che vogliono gli altri. Credi in te, nei tuoi errori, e nella tua vittoria.

Gilda Notarbartolo


Condividi l'articolo