• October 20, 2019

STOP al bullismo con l’apprendimento cooperativo

Rubrica a cura della dott.ssa Fiorenza Grella, sociologa e pedagogista.

In cosa consiste l’apprendimento cooperativo? In che modo può contribuire a ridurre il problema del bullismo nelle scuole?

L’apprendimento cooperativo, conosciuto anche come cooperative learning consiste in un metodo educativo diverso da quelli tradizionali, che si basa, semplificando, nel disporre i ragazzi in condizione di guardarsi in faccia mentre lavorano insieme; nel creare delle situazioni di interdipendenza fra di loro, sicché i singoli non possano fare a meno degli altri per portare avanti un compito comune con il contributo di ciascuno. Il metodo, inoltre responsabilizza il singolo per la parte che gli compete del lavoro collettivo, ma è indispensabile che i componenti del gruppo verifichino i singoli operati prima della conclusione del lavoro. È evidente che l’apprendimento cooperativo per essere efficiente, deve costruire un buon clima di classe. Quindi è indispensabile l’insegnamento delle abilità sociali, ovvero insegnare ad assumere atteggiamenti e comportamenti che favoriscono il lavoro collettivo tra i compagni di classe e la capacità di mediare in situazioni di conflitto. È facilmente intuibile come questa metodologia e i comportamenti che ne conseguono possano ridurre in partenza il problema del bullismo, eliminando i presupposti da cui può svilupparsi, conferendo ai partecipanti consapevolezza e fiducia in sé stessi, sicurezza, senso di appartenenza al gruppo e riconoscimento da parte di tutti. Pur non intervenendo specificamente sul bullismo, l’apprendimento cooperativo elimina alla radice possibili presupposti. Per maggiori approfondimenti sulla tematica del bullismo e sulle misure d’intervento in ambito scolastico consiglio la lettura di due miei testi: “Il fenomeno del bullismo” e  “La gestione scolastica preventiva del bullismo in Italia”.L

0 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *