“ONE MAN, ONE BAND” IL NUOVO WEB-PROJECT di LELLO PETRARCA

Condividi l'articolo

Spettacoli fermi? Se lo show “must go on”, che concerto sia… ma sul web. Lello Petrarca torna a suonare per il suo pubblico in quattro speed video della durata di un minuto. Concentratissime “pillole di musica” in cui l’artista dà prova della sua grande versatilità stilistica e strumentistica e suona, da solo, otto strumenti musicali diversi: batteria, basso elettrico, chitarra acustica, chitarra elettrica, tromba, pianoforte, synth, tastiera elettronica e, per finire, voce.       
Il risultato è una performance allegra e festosa, con cui Petrarca intrattiene i suoi follower da esperto e navigato one man show. Quattro mini-brani inediti, in cui il musicista si diverte e diverte lo spettatore con un sound folgorante e una scenografia colorata: il suo studio di registrazione, l’oasi di creazione delle sue composizioni.

Eclettico, vintage e camaleontico, il nuovo progetto web dell’artista strizza l’occhio a ogni genere di pubblico: oltre ai suoi storici estimatori, i quattro nuovi inediti di Lello Petrarca, con la loro freschezza e orecchiabilità, arrivano anche all’ascoltatore più giovane e meno abituato alla musica di un artista come Petrarca che con le sue composizioni ha solcato alcuni tra i più prestigiosi palchi internazionali. Tale web-project così concepito si inserisce nel più ampio progetto intitolato ‘Lello Petrarca Electric & Acoustic Side’, in cui il pianista alterna l’uso di strumenti elettrici a quello di strumenti acustici.

I primi due video usciti il 1 marzo, e si intitolano ‘Positive Force’ e ‘Fantastic Travel’. Nel primo, ‘Positive Force’, dal sound decisamente rock fusion, Petrarca attinge a uno dei generi musicali che maggiormente vive nelle sue composizioni, che è il jazz. “L’idea è quella di spaziare, passare in pochi istanti da uno stile all’altro e da una sonorità all’altra con tanti più strumenti”, dice l’artista a proposito di questo brano.

Cambio di suoni e ritmica in ‘Fantastic Travel’, brano che viaggia dalle sonorità del reggae intellettuale, nella sua fase iniziale, a sonorità più funk-jazz. Con un finale ‘a sorpresa’: un coro eseguito dallo stesso Petrarca, con qualche contrappunto di tromba e fraseggi chitarristici (sia acustici che elettrici) all’insegna di improvvisazioni e di veri e propri riff.  

Gli altri due video usciranno a partire dalla seconda metà di marzo, e si intitolano ‘So What’ e ‘Pensiero’.

«Durante questo periodo surreale di stop, non potendo esibirmi live, ho seguito quell’istinto di musicista che mi contraddistingue, e da questo mi sono lasciato trasportare: questi quattro brani, come tante mie composizioni, nascono nel corso di lunghe passeggiate. Nel momento in cui mi nasce in testa una melodia, corro in studio per afferrarla e non perderla a nessun costo. E mentre nasce, immagino già quel che potrebbe succedere dal punto di vista dell’arrangiamento, e quali strumenti siano adatti alla realizzazione finale del brano», dice, a proposito del suo web-project, l’artista, che conclude con un messaggio di speranza: «Tramite questo progetto ho voluto assolutamente comunicare positività ed essere ben augurante in un momento così difficile».  

I video saranno condivisi sul sito (http://www.lellopetrarca.com/), sui canali social (Facebook, Instagram e Twitter) e sul canale YouTube dell’artista a partire da lunedì 1 marzo. Il progetto web ha visto la collaborazione del videomaker Pietro Paolo Falco, in arte ‘Rozzo Aristocratico’ per le riprese video, e del fonico Leandro Ferraiuolo per le registrazioni audio.   

LINK VIDEO: 

Positive Forcehttps://youtu.be/wWTRSSaOQ2s

Fantastic Travelhttps://youtu.be/tL0FFZJtCUY

LELLO PETRARCA SHORT BIO

Pianista, compositore, polistrumentista ed arrangiatore, Lello Petrarca ha collaborato con artisti tra i quali Fabrizio BossoDaniele SepeNino BuonocoreStefano Di BattistaMarkus StockhausenMartux_mGianluigi TrovesiMaurizio GiammarcoGabriele Mirabassi e tanti altri. Su invito di Tullio De Piscopo ha suonato nel 2009 al Sorrento Jazz. Tra i tanti festival nei quali ha suonato ricordiamo il Nick La Rocca Jazz Festival, l’Atina Jazz Festival, il Napoli Jazz Festival 2011, con Trovesi e Stockhausen, il Luglio Jazz Festival nel 2015 e 2016 del Centro Campania di Caserta, rispettivamente in apertura dei concerti di Al Jarreau e di Richard Bona. A inizio 2016 ha pubblicato il disco “Musical Stories” per la nota etichetta discografica pugliese Dodicilune, accolto con grande interesse dalla stampa. A dicembre dello stesso anno è stato protagonista, insieme a Pericle Odierna (fiati) e Enrico Del Gaudio (batteria), della prima di Intuitus, un concerto conferenza con la prestigiosa presenza del professor Piergiorgio Odifreddi. Nel 2018 ha pubblicato il disco ”REFLECTIONS ” ritenuto dalla stampa tra i 100 migliori album di Jazz del 2018. Nell’ottobre del 2018 ha tenuto un tour di concerti in Bulgaria su invito dell’Ambasciatore d’Italia a Sofia. Nel 2019 ha pubblicato il disco “International Songs” realizzato in piano solo e dedicato alla canzone internazionale. Grande successo ha riscosso lo scorso 10 agosto 2020 la sua performance all’Arena Spartacus Festival all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, dove Petrarca ha reinterpretato i più celebri brani del Maestro Ennio Morricone nella serata-evento ‘La Notte delle Stelle’.


Condividi l'articolo

0 Comments

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *