Parte il 30 giugno la prima edizione del RinascitaFest a Pomigliano d’arco (na)

Condividi l'articolo

Arte, suoni e cultura nell’area dell’ex stazione di pomigliano d’arco

Pomigliano d’Arco. È al lavoro dal 18 giugno l’artista Egeon, per l’anagrafe Matteo Picelli: il grande murales che sta realizzando rappresenterà il suo regalo al RinascitaFest in programma dal 30 giugno al 10 luglio nell’area dell’ex stazione della Circumvesuviana di via Roma. Titolo della manifestazione, che farà da cornice a tutti gli eventi in programma è: “Per la Pace tra i Popoli”.

«La scelta di quest’area per la prima grande festa di Rinascita – spiegano gli organizzatori – ovviamente non è casuale: si tratta di uno spazio che fa parte da sempre della storia della nostra città all’interno del quartiere che divide il centro cittadino dalla zona industriale. Ma, nonostante il suo grande valore simbolico, i tanti progetti presentati negli anni e i tanti proclami; ad oggi è ancora un’area semi abbandonata e dismessa. Gli unici lavori di rifacimento hanno riguardato l’abbattimento delle banchine che permettevano ai passeggeri di accedere ai treni, e quello di un piccolo giardino che fungeva da ingresso della pista ciclabile. Il tutto per far spazio ad un grande parcheggio a pagamento, in cui non è presente alcuno spazio verde. Ovviamente, come è consuetudine di Rinascita, non dimentichiamo l’opera di recupero fatta negli anni scorsi da tanti militanti e volontari, ma allo stesso tempo ripartiamo da oggi, con la nostra prima festa, cercando di dare il massimo per riportare il dibattito politico e culturale in città».

Ed è per fare un regalo a Pomigliano d’Arco e a Rinascita che Egeon, in collaborazione con l’associazione Tramandars, in queste ore sta lavorando su una delle grandi pareti che contorna l’area che ospiterà la festa ad un’opera della serie “Decomposizione Bellica”, per ribadire che «Pomigliano d’Arco è contro la guerra».

«Egeon, – spiegano gli organizzatori – è un artista Bolzanino che ha fatto delle velature e delle morbide pennellate d’acquarello, inedite per le grandi superfici murali, sua peculiare cifra stilistica. Il percorso di ricerca di Egeon esplora le mappe cognitive e affettive che guidano la mente umana e che definiscono la nostra percezione di realtà; contrapponendo natura e artefatto, genera immagini cariche di simbolismo, che fungono da strumento di indagine per i paradossi che accompagnano e caratterizzano l’essere umano».

Insieme a Rinascita hanno contribuito alla realizzazione del RinascitaFest le associazioni de La Casa Del Popolo di Pomigliano, Scafati ed Afragola; l’associazione La Tenda di Parete, Legambiente Pomigliano, le librerie Wojtek e Mio Nonno è Michelangelo e le associazioni culturali Una Banda di Cefali e Resistenza Civile, oltre a tantissime altre che hanno dato e stanno dando il loro contributo.

«A breve– fanno sapere i componenti del comitato promotore – presenteremo il programma del RinascitaFest. Sarà ricchissimo di eventi culturali, presentazioni di libri, dibattiti politici, spettacoli musicali, animazione per i bambini, stand gastronomici e commerciali. Ringraziamo fin da ora i tanti sponsor e tutti quelli che ci stanno dando una grande mano attraverso la raccolta fondi».

È infatti attivo da diversi giorni il crowdfunding, raggiungibile attraverso la pagina Facebook del RinascitaFest www.facebook.com/rinascitafest e da quella ufficiale di Rinascita www.facebook.com/rinascita.pomigliano/ oltre che da tutti gli altri principali canali social.


Condividi l'articolo